Le pratiche osteopatiche hanno particolare importanza e sono attualmente applicate con successo nell’età evolutiva,riportando ottimi risultati, anche andando ad intervenire in particolari strutture prima che esse assumano una funzione ed una forma non modificabile,come ad esempio nella saldatura delle ossa craniche.

Il trattamento osteopatico può essere intrapreso fin dalla nascita con tecniche ed approcci dolci e con l’aiuto di un’ accurata diagnostica.

L’osteopatia pediatrica può essere applicata:
– nell’ortodonzia per un miglioramento del sistema masticatorio e nelle problematiche occlusali
– nei disturbi visivi ad esempio nello strabismo
– nel trattamento di cefalee ed emicranie che ad oggi rappresentano una certa incidenza anche in età pediatrica
– nelle patologie della colonna vertebrale ,come la scoliosi e le cattive posture,dovute soprattutto ,in età scolare,a forti stress a cui la colonna è sottoposta con carichi eccessivi come ad esempio lo zaino scolastico non meno importanti le ripetute posizioni scorrette assunte nei banchi dagli alunni.Tutto ciò può riportare conseguenze che se non trattate in tempo e con costanza possono portare a deviazioni della colonna e dismetrie degli arti in questi casi sarebbe necessario anche un coinvolgimento degli insegnanti per sensibilizzarli ad un primo intervento di richiamo all’alunno .

L’osteopata tratta il piccolo paziente con l’intenzione di ripristinare l’integrità strutturale attraverso un metodo manuale gentile e non invasivo.